NOVATECH® GSS™

Stent tracheobronchiali in silicone

NOVATECH® GSS™ combinano una buona visibilità ai raggi X con un controllo endoscopico ottimizzato

NOVATECH ed il numero di LOTTO sono riportati su ciascun NOVATECH® GSS™. In questo modo, lo stent può essere facilmente identificato a partire dalla sua produzione.

Caratteristiche

Trasparenza e buona visibilità ai raggi X (GSS™)
“Studs” riempiti d’oro / di solfato di bario per combinare una buona visibilità ai raggi X con un controllo endoscopico ottimizzato.

Perfetta adattabilità
È necessario disporre di una gamma di base di stent di diverso tipo, dimensione e diametro, in quanto gli stent devono essere perfettamente adattati ad ogni situazione. Questa è la condizione essenziale per la loro perfetta tollerabilità.
È sconsigliato tagliare gli stent per evitare ogni rischio di granulomi e al fine di assicurare la clearance mucociliare (vedi istruzioni d’uso).

Sistema antimigrazione testato
La superficie munita di “studs” evita la migrazione. Tali “studs” s’inseriscono tra gli anelli cartilaginei dell’albero tracheobronchiale. Il riflesso della tosse è bloccato grazie alla forma dello stent. Gli “studs” evitano il contatto diretto delle pareti dello stent con la mucosa e ripartiscono in modo omogeneo la pressione sulle piccole superfici.

Superficie antiaderente e liscia
Il trattamento antiaderente della superficie permette una tolleranza ottimale e facilita la clearance mucociliare. I test in vitro hanno dimostrato l’efficacia dei GSS™ e DUMON® rispetto agli stent della concorrenza.

Estremità smussate
Estremità elaborate per ridurre il rischio di accumulazione “meccanica” delle mucosità. I bordi degli stent sono antitraumatici e la loro inclinazione evita di ostacolare il flusso mucociliare.

Silicone di grado medico
(“unrestricted”, impiantabile per oltre 29 giorni)

Posizionamento facile
Lo stent può essere facilmente posizionato con il sistema posastent TONN™ NOVATECH® tramite broncoscopia rigida.

Estrazione facile
Lo stent può essere facilmente rimosso afferrandolo con una pinza rigida e tirandolo all’interno del broncoscopio rigido.

Indicazioni

Per tenere aperte le vie aeree a seguito della disostruzione o dilatazione di una stenosi, in particolare nei seguenti casi:

  • Tumori tracheo-bronchiali
  • Stenosi tracheali cicatrizzate
  • Stenosi in seguito ad anastomosi, resezione o trapianto del polmone
  • Riduzione del diametro a causa di variazioni intraluminali, extraluminali e intramurali